Anello di Fallistro-Macchianello-Botte Donato

Sabato 18 giugno 2022

 

Carissimi Amici della Montagna,

dopo la bella escursione al Cannitello in compagnia degli amici di Asproseby che salutiamo con affetto, da calendario avremmo dovuto restare in zona Orsomarso per affrontare la mitica Montea. Purtroppo per problemi logistici dobbiamo al momento rinunciare. Ma non vogliamo sicuramente restare a casa e allora vi proponiamo un cambio di location, e ci spostiamo nella frescura silana, con un percorso tradizionale, ma fra i più belli di questo territorio, e che non smette mai di regalarci tanta emozione: l’anello di Fallistro, Botte Donato e Macchia Fraga.

Il percorso è impegnativo per la lunghezza e alcuni tratti in salita nella parte iniziale, ma ci permetterà di cogliere in un solo itinerario gli habitat e la flora più significativi e rappresentativi della Sila. Questa volta, per questioni organizzative, proponiamo l’escursione di sabato, con la speranza che questo non ostacoli la vostra partecipazione (e domenica ve ne possiate andare al mare).

Vi aspettiamo,
Il Direttivo

 
 
 
Note tecniche
Numero di partecipanti: max 25
Tipo di percorso: sentiero, carrareccia, fuori sentiero
Codice del sentiero: Sentiero  SI U20/CAI 403 + CAI 422
Lunghezza: 13 km A/R
Dislivello: 600 m.
Tempo di percorrenza: 8 h circa
Livello tecnico: E
Ritrovo: ore 8,30 presso Piazzale Fallistro, in fondo alla strada che porta alla Riserva dei Giganti della Sila, uscita per Croce di Magara.



Vestizione: a strati. Pantaloni tecnici, maglietta interna in microfibra, maglietta esterna pile/micropile, guscio antivento e possibilmente impermeabile, cappellino, bastoncini da Trekking, occhiali, mantellina antipioggia.
Scarpe: Trekking impermeabili a caviglia alta (portare ricambio scarpe perché è possibile che ci si bagni)
Attrezzatura: bastoncini, lampada frontale, binocolo, ecc.
Zaino: escursionistico obbligatorio, 30 L (consigliato).
Pranzo: a sacco
Alimentazione: es. alimenti pronti al consumo rapido, barrette energetiche, frutta fresca o disidratata, secca e a guscio, 2 litri di acqua, tavoletta di cioccolata fondente, fette di pane già pronte con affettati, formaggi ecc., pezzetti di formaggio.
Indicazione di sorgenti lungo il percorso: NO

Trasferimento sul posto: mediante autovetture private, possibilmente organizzate in gruppi di massimo 3 persone (Attenersi alle Disposizioni COVID).
Si raccomanda di prendere atto delle liberatorie che devono essere firmate alla presenza degli Organizzatori di Escursione.
http://www.admcalabria.it/images/2021/liberatoria.pdf
 
Liberatoria in caso di partecipazione all’escursione di un minorenne.
http://www.admcalabria.it/images/2021/liberatoria_minore.pdf

 
Organizzatori di Escursione
Carmen Gangale, Francesco Bruno, John Jansen, Rosa Libera Pellicori

Prenotazioni
Carmen Gangale 3283144031

Termine prenotazioni Giovedì, 16/6/2021.


Descrizione
L’escursione ha inizio presso il piazzale di Fallistro a quota 1430 m al termine della strada che conduce alla Riserva dei Giganti della Sila. Qui lasceremo le macchine e ci incammineremo lungo il Sentiero Italia/CAI 403 che zigzagando nella faggeta segue in parte un immissario di sinistra del Neto, guadando più volte il torrente, ci affacceremo sul versante sud-est di Macchianello che costeggia il corso principale del Fiume Neto. Qui potremo soffermarci ad osservare le numerose fioriture che in questo periodo colorano i prati aridi e le praterie umide e, con una certa attenzione ci spingeremo fino ai lembi di sfagneta ed altri habitat palustri che caratterizzano questo tratto del fiume. Qui potremo osservare numerose specie rare e se saremo fortunati troveremo anche le prime fioriture dell’elefantina (Rhyncocorys elephas) e le ultime della Viola palustre, altra rarità silana. Sì, perché questo itinerario raccoglie veramente quasi tutte le rarità della flora silana, ma per poterle ammirare al meglio bisogna coglierle al momento giusto. Continueremo a salire fino alla Sella di Monte Botte Donato per poi proseguire fino alla cima di Botte Donato (1929 m), la vetta più alta della Sila. Per il ritorno sotto la Sella di Botte Donato imboccheremo il sentiero CAI 422 che attraversa la bella e magica faggeta di Timpone della Carcara e conduce a Macchia Fraga, un’altra zona aperta con bellissime fioriture e la possibilità di godere del panorama sul settore settentrionale della Sila.
Qui lasceremo il sentiero che altrimenti ci condurrebbe piuttosto lontano dal punto di partenza, e faremo un percorso alternativo per arrivare direttamente al piazzale di Fallistro, chiudendo l’anello.
 
L’escursione AdM è sempre una festa e la persona è al centro dell’attenzione nella cornice meravigliosa delle montagne calabresi.


Escursione aperta ai soli soci AdM.
 
Per associarsi è necessario provvedere alla compilazione del modulo (domanda_socio_AdM[1] (admcalabria.it)) che deve essere controfirmato da due già soci, aventi il ruolo di referenti e di presentanti del nuovo socio, e può essere inviato telematicamente alla mail dell’associazione o consegnato a mano agli Organizzatori dell’escursione.
Naturalmente, la richiesta di associazione deve essere accettata dal Consiglio Direttivo AdM.
 
E’ possibile provvedere al saldo di tale quota, brevi manu o anche tramite bonifico bancario ai seguenti riferimenti:
Conto Bancoposta IBAN IT32 Y076 0116 2000 0001 7599 879
Num. C/C: 17599879
Titolare: ASSOCIAZIONE AMICI DELLA MONTAGNA


Di seguito link utili all’escursionista:
Programma : http://www.admcalabria.it/images/2021/calendarioEscursioni2021.pdf
Vademecum  http://www.admcalabria.it/images/vademecum.pdf
 
N.B. l’escursione potrà essere oggetto di annullamento o variazioni, sia per la durata che per la distanza da percorrere, per cause non imputabili ai direttori di escursione ma dovute ad eventuali avverse condizioni meteo.

 

 

 

 

Monte Cannitello

Cari soci,

siamo reduci dal bellissimo week end “lungo” nel Parco Nazionale dell’Apromonte in cui abbiamo visto nascere il comitato regionale della FIE Calabria il cui presidente è Paolo Latella ed uno dei consiglieri è la nostra socia (e Presidente Onoraria) Maria Pia. Al Presidente ed a tutto il consiglio direttivo va il nostro più caloroso in bocca al lupo.

Questa domenica i nostri cari soci Fabio ed Orlando ci porteranno a scoprire una delle vette meno note (ed anche un po’ ingustamente bistrattata) dell’Orsomarso, il Cannitello. Si tratta di un’escursione EE quindi per escursionisti esperti che non soffrono di vertigini (è presente un tratto esposto).

Insieme a noi ci sarà anche il gruppo Asproseby, che affronterà insieme a noi le varie asperità di questa escursione, che sicuramente ci regalerà panorami unici e mozzafiato.

Vi aspettiamo,

 Il Direttivo

Si segnala che è stato aperto un canale Telegram dell’associazione, a cui ci si può iscrivere utilizzando il seguente link: 

https://t.me/joinchat/gK-teYHaFDhmZGY0?fbclid=IwAR1lgt0EtR5I4ucwmv5JsEdsSyWQtHdKAw5PgZ1hNmCe4kVUWs2YKeE5ISw

Note tecniche
Numero di partecipanti: max 12
Tipo di percorso: sentiero, fuori sentiero
Lunghezza:12 km
Dislivello: Assoluto 750 m. Complessivo 1100 mt
Tempo di percorrenza: 7/8 h
Livello tecnico: EE

Note particolari: La vetta e la sua anticima non sono particolarmente ampie, così come la cresta è relativamente stretta. Sono possibili alcuni passaggi con un’esposizione minima da affrontare con attenzione. Requisito fondamentale è non soffrire di vertigini e avere dimestichezza con terreni impervi. L’escursione si presenta particolarmente faticosa sia per la lunga e costante salita sia per la zona particolarmente calda e umida. E’ richiesto dunque un ottimo allenamento e una dotazione minima di 2/3 litri di acqua

Logistica: gli spazi alla partenza per l’escursione sono molto ridotti. Il parcheggio è disponibile per non più di 5/6 macchine, quindi è necessario compattarsi il più possibile (compatibilmente con le regole anticovid) viceversa sarà necessario fare navetta fino al primo parcheggio disponibile che è piuttosto lontano dal punto di partenza.

Ritrovo: ore 8:45, uscita Belvedere Marittimo incrocio per il centro storico

Vestizione:  Pantaloni tecnici, maglietta leggera possibilmente dry/fit , maglietta di ricambio, antivento e  impermeabile, cappellino, bastoncini da Trekking, occhiali,  mantellina antipioggia.

Scarpe: Trekking alte (obbligatorie). Non è possibile partecipare all’escursione con scarpe da tennis o similari


Attrezzatura: bastoncini, lampada frontale, binocolo, macchina fotografica (estremamente consigliata)


Zaino: escursionistico obbligatorio, 30 L (consigliato).

Pranzo: a sacco


Alimentazione: es. alimenti pronti al consumo rapido, barrette energetiche, frutta disidratata, frutta secca e a guscio,2/3 litri di acqua, tavoletta di cioccolata fondente, fette di pane già pronte con affettati, formaggi ecc., pezzetti di formaggio.


*Equipaggiarsi del ricambio di maglietta interna da sostituire se sudata.

Trasferimento sul posto: mediante autovetture private, possibilmente organizzate in gruppi di massimo 4 persone.


Si raccomanda di prendere atto delle liberatorie e firmarle alla presenza degli Organizzatori di Escursione.
http://www.admcalabria.it/images/2021/liberatoria.pdf


Liberatoria in caso di partecipazione all'escursione di un minorenne.
http://www.admcalabria.it/images/2021/liberatoria_minore.pdf


Organizzatori di Escursione
Fabio Farnesi, Orlando Corigliano

Prenotazioni
Fabio Farnesi 3476560842

Orlando Corigliano: 3293760667

Termine prenotazioni:Venerdì 10 Giugno 2022

Descrizione
Da Belvedere Marittimo raggiungeremo la frazione di Trifari lungo una stradina impervia e piuttosto stretta che percorreremo per circa 5Km.

Da Trifari inizia la bella mulattiera che ci porterà al rifugio Belvedere presso Serra La Croce.

La conformazione della zona è costituita da un trittico che vede alla propria sinistra la bellissima parete rocciosa di Monte La Caccia che con i suoi 1744mt di altezza domina buona parte della costa tirrenica, con vedute sull’isola di Cirella, Diamante, Belvedere.

Alla nostra destra invece, la nostra meta: il Monte Cannitello, più basso della sua dirimpettaia con una quota di 1464mt. L’altezza inferiore non deve fare pensare a vedute di minore bellezza. Dal Cannitello si osserva facilmente buona parte del territorio più impervio dell’Orsomarso: Montea, Faghitello, Petricelle, La Castelluccia, La Caccia ed infine il Mar Tirreno, ovunque a 360 gradi si aprono i grandi spazi di una delle zone più wilderness di Italia.

Al centro la bella mulattiera del Santa Croce che ci porterà al Rifugio Belvedere prima e all’omonima chiesetta di Belvedere poco distante. Questa zona il 22 Giugno di ogni anno è frequentata dai pellegrini che in processione vengono a rendere omaggio alla  madonna della chiesetta.

L’intera zona si caratterizza spesso per la presenza di nebbia che in condizioni ottimali rimane stazionaria sotto la quota dei 1400mt consentendo incredibili panorami sul mare di nuvole che si può osservare dal rifugio e dalla cima delle due vette più alte.

Dal rifugio Belvedere, dopo una breve pausa ci muoveremo alla volta del Cannitello. Affronteremo un breve tratto di cresta poco sopra il rifugio, per poi passare una valletta caratterizzata dalla presenza di un numero elevatissimo di loricati ormai secchi e riversi sul terreno. Oltrepassata la valletta ci ritroveremo su una  breve ma molto panoramica crestina. Il panorama sulla Montea e sul Faghitello da questa cresta è eccezionale. Anche qui la crestina si presenta non difficile ma da affrontare con attenzione per l’esposizione minimale a sinistra.

Muoveremo poi alla nostra destra spingendoci nel bosco e risalendo verso la cima del Cannitello costeggiandone la cresta alcuni metri più in basso e risalendo lentamente verso la valletta al centro fra la cima più alta e la sua anticima altrettanto panoramica a sinistra.

Da qui il panorama è decisamente ampio, e comprende buona parte del territorio dell’Orsomarso fino al Mar Tirreno in senso opposto.

Sia la crestina sia la cima hanno spazi ridotti e sono mediamente esposte quindi sono assolutamente da affrontare con attenzione.

Dopo la sosta in vetta torneremo verso il rifugio dove consumeremo in allegria e convivialità un pranzo ristoratore.

Dal rifugio, scenderemo fuori sentiero attraverso la bella e panoramica cresta del Santa Croce, e dopo avere attraversato una valletta scenderemo ancora verso il gigantesco monolite che domina il mar Tirreno a quota circa 1000mt. Conformazione rocciosa piuttosto singolare nota per l’estrema somiglianza umana e che pare sorvegliare dalla sua posizione di favore l’intera zona. Infine torneremo indietro fino a quota 1180mt circa per ritrovare il sentiero che ci condurrà infine di nuovo a valle.

 

---------------------------------------------------------------------------

 

Situazione Covid-19, vedi regole aggiornate FIE.

  1. http://www.admcalabria.it/images/2020/LINEE%20GUIDA%20FIE.3%20-%20%20Partecipanti.pdf
  2. http://www.admcalabria.it/images/2020/LINEE%20GUIDA%20FIE.3.pdf

Trasferimento sul posto: mediante autovetture private, possibilmente organizzate in gruppi di massimo 4 persone.

L’escursione AdM è sempre una festa e la persona è al centro dell’attenzione nella cornice meravigliosa delle montagne.

 

Al termine dell’escursione, come da ormai “prassi” consolidata, ci fermeremo ad un bar per la famosa “ufficializzazione AdM” per bere una birra, una cioccolata calda, o un tè caldo, tutti insieme e sgranocchiare qualche snack (30 - 40 min. max.). Pertanto, auspichiamo grande partecipazione anche al dopo escursione, mentre invitiamo chi ha necessità di osservare i propri limiti temporali a organizzarsi in proprio con le autovetture, in maniera da non condizionare chi intende fermarsi a questo ulteriore momento di condivisione, di convivialità e di allegria.

 

 

Escursione aperta ai soli soci AdM.

 

Per associarsi è necessario provvedere alla compilazione del modulo (domanda_socio_AdM[1] (admcalabria.it)) che deve essere controfirmato da due già soci, aventi il ruolo di referenti e di presentanti del nuovo socio, e può essere inviato telematicamente alla mail dell’associazione o consegnato a mano agli Organizzatori dell’escursione.

Naturalmente, la richiesta di associazione deve essere accettata dal Consiglio Direttivo AdM.

 

È possibile provvedere al saldo di tale quota, brevi manu o anche tramite bonifico bancario ai seguenti riferimenti:

Conto Bancoposta IBAN IT32 Y076 0116 2000 0001 7599 879

Num. C/C: 17599879

Titolare: ASSOCIAZIONE AMICI DELLA MONTAGNA

 

N.B. l’escursione potrà essere oggetto di annullamento o variazioni, sia per la durata che per la distanza da percorrere, per cause non imputabili ai direttori di escursione ma dovute ad eventuali avverse condizioni meteo.

 

Sentiero per escursionisti esperti (EE)

Si tratta di itinerari generalmente segnalati ma che implicano una capacità di muoversi agevolmente su terreni impervi e infidi, con tratti attrezzati o rocciosi; è richiesto un buon allenamento, una buona conoscenza della montagna, tecnica di base e un equipaggiamento adeguato. Corrisponde generalmente a un itinerario di traversata nella montagna medio alta e può presentare dei tratti attrezzati.

 

 

Monte Sellaro

15\05\2022

 

L’escursione in programma per questo fine settimana (SENTIERI DEI VALDESI DI CALABRIA) è rimandata a data da destinarsi. Abbiamo pensato di recuperare l’escursione che era saltata qualche settimana fa, si tratta dell’escursione “GIOVANI ADM”.

Questa settimana saremo accompagnati dai nostri giovani (giovanissimi) soci Maria Carmela, Carmine & Chiara alla ricerca delle Peonie, saliremo fino alla cima del Monte Sellaro e ci concederemo una breve visita al Santuario della Madonna delle Armi .

L’escursione in calendario per questo sabato(14 maggio) denominata IL CILENTO E LA VALLE DELLE ORCHIDEE viene rimandata a data da destinarsi poiché gli organizzatori ci segnalano che la viabilità è troppo compromessa.

Infine, volevamo segnalare il meeting FIE che si terrà nei giorni 2-5 giugno 2022 a Gambarie, organizzato dall’associazione SudTrek troverete tutte le informazioni utili al seguente link:

http://www.admcalabria.it/notizie/255-meetingfie2022.html

 

Vi Aspettiamo numerosi

 

Il Direttivo

 

 

Note tecniche

Numero di partecipanti: 20

Tipo di percorso: sentiero, fuori sentiero

Lunghezza: 12 km

Dislivello: 859 m.

Tempo di percorrenza: 6/7 h

Livello tecnico: E

 

Ritrovo: ore 8:15, uscita autostradale Frascineto

 

Vestizione: a strati. Pantaloni tecnici, maglietta interna in microfibra*, maglietta esterna pile/micropile, guscio antivento e possibilmente impermeabile, cappellino, guanti, bastoncini da Trekking, occhiali, ghette, mantellina antipioggia.
Scarpe: Trekking (obbligatorie)
Attrezzatura: bastoncini, lampada frontale, binocolo, macchina fotografica (estremamente consigliata)
Zaino: escursionistico obbligatorio, 30 L (consigliato).
Pranzo: a sacco

Alimentazione: es. alimenti pronti al consumo rapido, barrette energetiche, frutta disidratata, frutta secca e a guscio, 2 litri di acqua, tavoletta di cioccolata fondente, fette di pane già pronte con affettati, formaggi ecc., pezzetti di formaggio.

*Equipaggiarsi del ricambio di maglietta interna da sostituire se sudata.

 

Trasferimento sul posto: mediante autovetture private, possibilmente organizzate in gruppi di massimo 4 persone. Le autovetture devono essere munite di pneumatici invernali e di catene da neve.

(Attenersi alle Disposizioni COVID)

 

Situazione Covid-19, vedi regole aggiornate FIE.

  1. http://www.admcalabria.it/images/2020/LINEE%20GUIDA%20FIE.3%20-%20%20Partecipanti.pdf

 

Si raccomanda di prendere atto delle liberatorie e firmarle alla presenza degli Organizzatori di Escursione.

http://www.admcalabria.it/images/2021/liberatoria.pdf

 

Liberatoria in caso di partecipazione all'escursione di un minorenne.

http://www.admcalabria.it/images/2021/liberatoria_minore.pdf

 

 

Organizzatori di Escursione
Servidio Maria Carmela, Brindisi Carmine, Servidio Chiara

Prenotazioni

Servidio Maria Carmela 3894776852


Termine prenotazioni Venerdì 13 maggio 2022

Descrizione

L’escursione proposta, resa particolarmente suggestiva dal passaggio in un tratto caratterizzato da distese di peonie, ci porterà, partendo dal cancello di ingresso del Parco comunale della Cessuta, sino alla cima del Monte Sellaro, una delle cime più panoramiche della costa ionica.

Dopo aver imboccato il sentiero ci avvieremo verso la nostra meta seguendo le indicazioni ,che ci porteranno ad abbandonare la via principale.

Una volta arrivati al Passo del Sellaro, saliremo lungo la grande pietraia che da sempre caratterizza questa montagna, giungendo  alla vetta.

Dopo una piccola sosta, scenderemo imboccando il sentiero che, attraverso la pineta, ci porterà sino al santuario della Madonna delle Armi, da cui prenderemo definitivamente la via del ritorno.

 

In allegato alla mail troverete un interessante approfondimento sulle peonie scritto dalla nostra Carmen che, nonostante non possa essere presente, ha voluto comunque dare il suo contributo all’iniziativa.

 

LE PEONIE

Sembra che appaiano dal nulla, le prime foglie di peonia in pochi giorni si sviluppano ad una velocità sorprendente. Si tratta infatti di piante geofite rizomatose, piante cioè munite di un fusto sotterraneo, che supera la stagione invernale sottoterra, rigenerando ogni anno foglie e fiori con l’arrivo della primavera.

Paeonia e l’unico genere della famiglia delle Paeoniaceae, un gruppo di angiosperme di origine antica oggi presente nell’emisfero boreale, prevalentemente in Asia ed Europa centro meridionale, ma anche in Nord America. Le specie attuali sono poco più di trenta, tutte con una distribuzione chiaramente relitta, tutte testimoni di una lunghissima storia che è impressa anche nei loro caratteri ancestrali. La corolla è grande e colorata, e i numerosi stami gialli fanno da corona agli organi femminili di questo stupendo fiore. I carpelli sono separati e maturano in follicoli che si aprono a maturità per liberare numerosi grossi semi sferici. Nel lungo percorso dell’evoluzione delle piante a fiore, questi sono caratteri molto primitivi, ma sono proprio questi caratteri che, oltre ad attirare gli insetti impollinatori, attraggono inevitabilmente anche noi.

In Asia sono presenti anche specie arbustive, mentre in Europa sono presenti esclusivamente specie con rizomi sotterranei. Da entrambi i gruppi sono state selezionate cultivar ampiamente utilizzate in florovivaistica, con una notevole varietà di sfumature e numero di petali delle corolle.

Le peonie, per quanto antiche, presentano ancora incertezze nelle loro interpretazioni sistematiche, soprattutto a livello sottospecifico, che hanno stimolato approfondimenti ed indagini anche di recente. In Italia sono presenti allo stato spontaneo 5 specie, di cui due esclusive della Sardegna. Nel resto d’Italia le specie più diffuse sono la peonia officinale (Paeonia officinalis L.) e la peonia maschio (Paeonia mascula L.), denominata così perché con un aspetto più robusto della prima, che inizialmente veniva indicata come peonia femmina. Ma si tratta di due specie ben distinte!

Paeonia officinalis è distribuita nel centro-nord Italia e si è diversificata in almeno 5 sottospecie, alcune delle quali a distribuzione molto ristretta. Paeonia mascula, invece, ha una distribuzione più meridionale, con la sottospecie tipica distribuita a macchia di leopardo dalla Toscana fino alla Basilicata, e la sottospecie russoi esclusiva di Calabria e Sicilia.

Infine Paeonia peregrina, con le sue corolle rosso carminio, è una specie a distribuzione SE Europea, rarissima in Italia dove è presente con poche popolazioni esclusivamente in Calabria, Basilicata e Puglia.

Per lo più le specie italiane hanno ecologia simile e prediligono i boschi della fascia montana e submontana, in genere i querceti. Solo la Paeonia officinalis tipica ed un’altra sottospecie simile crescono su ghiaioni calcarei montani. In Calabria le popolazioni di Paeonia peregrina e Paeonia mascula sono quasi tutte localizzate nel comprensorio del Pollino.

In tutte le regioni italiane le peonie sono protette, per cui va assolutamente evitata la raccolta o il danneggiamento, mentre attrezzati di macchina fotografica possiamo sicuramente catturarle con uno scatto e immortalarne la loro bellezza.

 

 

L’escursione AdM è sempre una festa e la persona è al centro dell’attenzione nella cornice meravigliosa delle montagne calabresi.

 

Per associarsi è necessario provvedere alla compilazione del modulo (domanda_socio_AdM[1] (admcalabria.it)) che deve essere controfirmato da due già soci, aventi il ruolo di referenti e di presentanti del nuovo socio, e può essere inviato telematicamente alla mail dell’associazione o consegnato a mano agli Organizzatori dell’escursione.
Naturalmente, la richiesta di associazione deve essere accettata dal Consiglio Direttivo AdM.

 

E’ possibile provvedere al saldo di tale quota, brevi manu o anche tramite bonifico bancario ai seguenti riferimenti:
Conto Bancoposta IBAN IT32 Y076 0116 2000 0001 7599 879
Num. C/C: 17599879
Titolare: ASSOCIAZIONE AMICI DELLA MONTAGNA


PS. Per chi non è socio, per partecipare è obbligatorio attivare la copertura assicurativa (costo 10 Euro, validità annuale, da erogare all'atto dell'escursione) fornendo preventivamente "nome, cognome, codixe fiscale, luogo e data di nascita" ai referenti dell'escursione.

 

Di seguito link utili all’escursionista:

Programma : http://www.admcalabria.it/images/2021/calendarioEscursioni2021.pdf

Vademecum  http://www.admcalabria.it/images/vademecum.pdf

 

N.B. l’escursione potrà essere oggetto di annullamento o variazioni, sia per la durata che per la distanza da percorrere, per cause non imputabili ai direttori di escursione ma dovute ad eventuali avverse condizioni meteo.

 

Monte Cucudo e Canolo Nuovo

Cari soci,

siamo reduci dalla bellissima escursione nella parte più orientale del Parco Nazionale del Pollino, guidati egregiamente dai Giovani AdM (Maria Carmela, Carmine & Chiara) che ringraziamo e a cui auguriamo di farci sempre vivere delle belle giornate come quella appena trascorsa.

Questa settimana cambiamo decisamente zona e scendiamo a sud, in Aspromonte, dove il nostro socio Donato coadiuvato da Giuseppe e Daniel, ci guiderà sulla cima di Monte Cucudo partendo da Cittanova. Per tutti coloro che lo vorranno dopo l’escursione potremo fermarci a cena in un noto ristorante della zona (La Mamma di Cittanova) per gustare l’ottimo Stocco.

Vi aspettiamo,

 Il Direttivo

Si segnala che è stato aperto un canale Telegram dell’associazione, a cui ci si può iscrivere utilizzando il seguente link: 

https://t.me/joinchat/gK-teYHaFDhmZGY0?fbclid=IwAR1lgt0EtR5I4ucwmv5JsEdsSyWQtHdKAw5PgZ1hNmCe4kVUWs2YKeE5ISw

 

Vestizione: Abbigliamento primaverile da montagna, guscio antivento e possibilmente impermeabile, cappellino, bastoncini da trekking, mantellina antipioggia.

Scarpe: Trekking adatte alla stagione.

Attrezzatura: bastoncini, lampada frontale, (opzionali: binocolo, macchina fotografica).

Zaino: escursionistico obbligatorio 25/30 L.

Pranzo: a sacco.

Alimentazione: alimenti pronti al consumo rapido, barrette energetiche, frutta disidratata, frutta secca e a guscio, almeno 2 litri di acqua, tavoletta di cioccolata fondente, fette di pane già pronte con affettati, formaggi ecc., pezzetti di formaggio.

Equipaggiarsi del ricambio di maglietta interna da sostituire se sudata.

 

Note tecniche

Numero di partecipanti: min. 10 - max. 20.

Tipo di percorso: sentiero e pista forestale, Parte dei sentieri CAI 205 e 200 del Parco Nazionale dell’Aspromonte.

Codice del sentiero: -

Lunghezza: circa 18 km (TIPOLOGIA: Lineare A/R).

Dislivello: circa 800 metri.

RITROVO: 8:30 alla Villa comunale di Cittanova (https://goo.gl/maps/U97oPgKaDYK3hjoZ8)

Tempo di percorrenza: 9 ore circa soste comprese.

Livello tecnico: Escursionistico (E).

RIFORNIMENTO ACQUA: 2, all’inizio ed a metà percorso

 

Escursione all’interno dei comuni di Cittanova e Canolo, per visitare alcuni importanti simboli della zona:

  • Crocefisso di monte Cucudo (alias Cucolo), una grande croce in ferro costruita negli anni 50 dal Terz’Ordine Francescano dei Frati Minori Conventuali Cappuccini di Cittanova che domina l’intera Piana di Gioia Tauro.
  • Villa comunale “Carlo Ruggiero” di Cittanova, “Monumento Nazionale d'interesse storico–naturalistico” riconosciuto dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali che ospita molte specie di piante sia autoctone che esotiche.
  • Area picnic di Canolo Nuovo, un ambiente molto suggestivo grazie alla presenza di un lago artificiale popolato da anatre e pesci. Fornita di tavoli ed un bar con panini, bibite e prodotti tipici.

Per la maggior parte del tempo saremo nel bosco, quindi sole e caldo non saranno un problema, ma all’inizio dovremo affrontare un dislivello di quasi 400 m per arrivare in cima al monte, dove il panorama vi farà dimenticare la fatica.

NB: per chi volesse acquistare panini o altro al bar è bene indicarlo

 

Descrizione percorso

Lasciata la villa si procede verso l’inizio del sentiero CAI 205, in una vegetazione tra boschi di faggio, leccio e querce da sughero, per raggiungere il grande crocefisso posto sulla cima del monte (821 slm). Da qui si può godere inoltre di uno splendido panorama sulla Piana di Gioia Tauro, la Costa Viola e le isole Eolie.

Dopo una piccola sosta si riprende il cammino all’interno del bosco, sempre sul sentiero 205 in direzione di Canolo Nuovo, superando il quadrivio del Passo del Mercante si imbocca il sentiero 200, fino ad arrivare ad l’area picnic dove sosteremo per il pranzo ed un po’ di relax.

Terminata la nostra pausa pranzo, si riprende il cammino ripercorrendo i nostri passi per tornare a Cittanova e la diversa disposizione del sole ci permetterà di vedere meglio alcuni dettagli del percorso fatto al mattino.

Arrivati alle auto, lasceremo gli zaini, per poi visitare la villa comunale ed a seguire la consueta ufficializzazione.

Previa prenotazione sarà possibile rimanere a cena per gustare la cucina tipica a base di Stocco presso il ristorante “La Mamma di Cittanova”.

 

 

 

---------------------------------------------------------------------------

 

Situazione Covid-19, vedi regole aggiornate FIE.

  1. http://www.admcalabria.it/images/2020/LINEE%20GUIDA%20FIE.3%20-%20%20Partecipanti.pdf
  2. http://www.admcalabria.it/images/2020/LINEE%20GUIDA%20FIE.3.pdf

Trasferimento sul posto: mediante autovetture private, possibilmente organizzate in gruppi di massimo 4 persone.

 

Organizzatori di Escursione

Donato Savino

Cimino Giuseppe

Daniel Gullì

 

Prenotazioni

Donato Savino: tel. +39 351 881 0447

 

Termine prenotazioni venerdì, 20 Maggio 2022.

 

L’escursione AdM è sempre una festa e la persona è al centro dell’attenzione nella cornice meravigliosa delle montagne.

 

Al termine dell’escursione, come da ormai “prassi” consolidata, ci fermeremo ad un bar per la famosa “ufficializzazione AdM” per bere una birra, una cioccolata calda, o un tè caldo, tutti insieme e sgranocchiare qualche snack (30 - 40 min. max.). Pertanto, auspichiamo grande partecipazione anche al dopo escursione, mentre invitiamo chi ha necessità di osservare i propri limiti temporali a organizzarsi in proprio con le autovetture, in maniera da non condizionare chi intende fermarsi a questo ulteriore momento di condivisione, di convivialità e di allegria.

 

 

Escursione aperta ai soli soci AdM.

 

Per associarsi è necessario provvedere alla compilazione del modulo (domanda_socio_AdM[1] (admcalabria.it)) che deve essere controfirmato da due già soci, aventi il ruolo di referenti e di presentanti del nuovo socio, e può essere inviato telematicamente alla mail dell’associazione o consegnato a mano agli Organizzatori dell’escursione.

Naturalmente, la richiesta di associazione deve essere accettata dal Consiglio Direttivo AdM.

 

È possibile provvedere al saldo di tale quota, brevi manu o anche tramite bonifico bancario ai seguenti riferimenti:

Conto Bancoposta IBAN IT32 Y076 0116 2000 0001 7599 879

Num. C/C: 17599879

Titolare: ASSOCIAZIONE AMICI DELLA MONTAGNA

 

N.B. l’escursione potrà essere oggetto di annullamento o variazioni, sia per la durata che per la distanza da percorrere, per cause non imputabili ai direttori di escursione ma dovute ad eventuali avverse condizioni meteo.

 

Sentiero escursionistico (E)

Escursionismo che si svolge su sentieri od evidenti tracce in terreno di vario genere (pascoli, detriti, pietraie...) e che corrisponde in gran parte a mulattiere realizzate per scopi agro - silvo - pastorali, militari o a sentieri di accesso a rifugi o di collegamento fra valli vicine; sono generalmente segnalati con vernice od ometti; è richiesto un discreto allenamento fisico e capacità di orientamento.

 

 

Meeting FIE Calabria 2022

 

L'A.S.D. SudTrek è lieta d’invitarti al Meeting FIE Calabria 2022, che ospita e organizza nel proprio territorio provinciale. Sull’onda dell’entusiasmo per il grande successo del Meeting FIE Calabria 2021 di Camigliatello, si è pensato di proporre un programma nel solco della continuità, ma con qualche piccolo accorgimento sulla scorta dell’esperienza maturata. Innanzitutto si è pensato di cambiare stagione con la speranza di poter godere di condizioni meteo più favorevoli e col vantaggio di poter usufruire di maggiori ore di luce per camminare. Pertanto si è pensato alla prima settimana di giugno per offrire l’opportunità ai Soci FIE di vivere appieno un week-end lungo sfruttando anche la festività del 2 giugno, che cadrà di giovedì. Teatro dell’evento sarà Gambarie (1350 m s.l.m.), frazione del comune di Santo Stefano in Aspromonte (RC), una delle maggiori località turistiche invernali del meridione, sede del Parco Nazionale d’Aspromonte, incastonata alle pendici di Monte Scirocco, da dove domina lo Stretto di Messina con una visuale che va dalle Isole Eolie fino all’Etna. Entro il 25 maggio bisognerà accreditarsi presso la Delegazione FIE Calabria compilando il seguente form:

e bisognerà prenotare la propria sistemazione direttamente telefonando:

che ospiterà tutte le fasi indoor del Meeting (colazioni, convegni, cene, dopo cena al pub e pernottamenti) e applicherà le seguenti tariffe per i singoli servizi per persona al giorno:

  • € 45 trattamento ½ pensione in camera doppia o matrimoniale (la cena prevede antipasto, primo, secondo, contorno, dessert, acqua e vino);
  • € 25 trattamento B&B in camera doppia o matrimoniale;
  • € 15 supplemento singola;
  • € 5 pranzo al sacco facoltativo
    • (2 frutti di stagione e 1 panino con a scelta: salumi e formaggi, o mozzarella e verdure, o frittata);
    • € 25 cena per i non pernottanti;
    • € 30 Percorso Benessere nella SPA
      • con poltrone relax,
      • sauna finlandese,
      • bagno turco bio-cromatico,
      • doccia emozionale,
      • doccia scozzese,
      • vasca idromassaggio e
      • utilizzo di teli e accappatoi;
      • servizi gratuiti:
        • wi-fi,
        • piscina e
        • sale convegni.

L’hotel dispone di 50 camere, se dovessimo impiegarle tutte, altre due strutture di pari livello, l’Hotel Centrale www.hotelcentrale.net e il Park Hotel Bellavista www.hotelcentrale.net/park-hotel-bellavista applicheranno le medesime tariffe. Le quote saranno direttamente corrisposte all’hotel ad eccezione del contributo di partecipazione di € 5 che sarà corrisposta all’arrivo ad un incaricato.

Il programma escursionistico prevede cinque appuntamenti:

  • giovedì 02.06.22
    • l'escursione “Sulle orme del vecchio Sentiero Verde”
      • difficoltà E, distanza 13 Km, dislivelli +724 m e -722 m, durata 4 ore e mezza;
      • venerdì 03.06.22
        • l'escursione “Anello Materazzelli-Montalto-Pantano di Montalto”
          • difficoltà E, distanza 11 Km, dislivelli +625 m e -625 m, durata 4 ore;
          • sabato 04.06.22
            • l’escursione “Le Cascate di Tre Limiti”
              • difficoltà T, distanza 2 Km, +149 m e -149 m, durata 1 ora;
  • e a seguire l’escursione “Le Cascate Maesano”
    • difficoltà E, distanza 6 Km, dislivelli +478 m e -478 m, durata 2 ore e mezza;
    • domenica 05.06.22
      • l’escursione “Dalla Valle Scura a Piazza Nino Martino”
        • difficoltà E, distanza 14 Km, dislivelli +650 m e -655 m, durata 4 ore e mezza.

Il programma convegnistico prevede tre appuntamenti:

  1. giovedì 02.06.22 alle 17:30
  • l’incontro-dibattito: “Cammini e sentieri calabresi: un’opportunità per il turismo europeo”;
  1. venerdì 03.06.22 alle 17:30
  • la tavola rotonda: “Nasce il Comitato regionale calabrese FIE: progettiamo il futuro”;
  1. sabato 04.06.22 alle 17:30
  • il convegno: “Secoli di storia tra mito e realtà nei sentieri aspromontani”
  • Saluti:
    • Mimmo Pandolfo;
    • Dr. Paolo Latella;
    • Prof. Dario Pratticò.
    • Relatore:
      • Prof. Pasquale Amato.
      • Interventi programmati:
        • Lino Licari, Guida Ufficiale PNA “Il Sentiero dei Greci”;
        • Prof. Diego Geria “La Battaglia di Gambarie del 1943”.
        • Modera:
          • Avv. Saverio Gerardis).

 

Giovedì 02.06.2022 ore 09:00

SULLE ORME DEL VECCHIO SENTIERO VERDE (E)

L’escursione “Sulle orme del vecchio Sentiero Verde” nell’ambito del Meeting FIE Calabria 2022, di livello E, di circa 13 Km con dislivelli +724 m e -722 m, della durata preventivabile col metodo CAI di circa 4 ore e mezza, sarà condotta dall’Accompagnatore Escursionistico FIE (Federazione Italiana Escursionismo) dell’A.S.D. SudTrek Saverio Gerardis, che si avvarrà della collaborazione degli AE FIE dell’A.S.D. SudTrek e degli altri AE FIE presenti.

Si consiglia un abbigliamento “a strati” idoneo al trekking [indispensabili: scarponi (obbligatori) e pantaloni lunghi da trekking, T-shirt traspirante, k-way, occhiali da sole, copricapo, crema solare, burro di cacao per le labbra e torcia frontale]; pranzo al sacco e almeno 1 litro e mezzo d’acqua.

Il raduno è previsto per giovedì 2 giugno 2022 alle 9:00 di fronte alla fontana monumentale in Piazza Mangeruca a Gambarie, frazione

di Santo Stefano in Aspromonte (RC).

Cliccando sul seguente link si visualizzerà il luogo del raduno su Google Maps: https://goo.gl/maps/nRn8qetGGcZVTz1U6.

 

Venerdì 03.06.2022 ore 09:00

ANELLO MATERAZZELLI-MONTALTO-PANTANO DI MONTALTO (E)

L’escursione “Anello Materazzelli-Montalto-Pantano di Montalto” nell’ambito del Meeting FIE Calabria 2022, di livello E, di circa 11 Km con dislivelli +625 m e -625 m, della durata preventivabile col metodo CAI di circa 4 ore, sarà condotta dall’Accompagnatore Escursionistico FIE (Federazione Italiana Escursionismo) dell’A.S.D. SudTrek Saverio Gerardis, che si avvarrà della collaborazione degli AE FIE dell’A.S.D. SudTrek e degli altri AE FIE presenti.

Si consiglia un abbigliamento “a strati” idoneo al trekking [indispensabili: scarponi (obbligatori) e pantaloni lunghi da trekking, T-shirt traspirante, k-way, occhiali da sole, copricapo, crema solare, burro di cacao per le labbra e torcia frontale]; pranzo al sacco e almeno 1 litro e mezzo d’acqua (possibilità di approvvigionamento d’acqua a metà percorso presso il Pantano di Montalto e nella parte finale alla Fontana Bregantini).

Il raduno è previsto per venerdì 3 giugno 2022 alle 9:00 di fronte alla fontana monumentale in Piazza Mangeruca a Gambarie, frazione

di Santo Stefano in Aspromonte (RC).

Cliccando sul seguente link si visualizzerà il luogo del raduno su Google Maps: https://goo.gl/maps/nRn8qetGGcZVTz1U6.

 

Sabato 04.06.2022 ore 09:00

LE CASCATE DI TRE LIMITI (T)

L’escursione “Le Cascate di Tre Limiti” nell’ambito del Meeting FIE Calabria 2022, di livello T, di circa 2 Km con dislivelli +149 m e -149 m, della durata preventivabile col metodo CAI di circa 1 ora, sarà condotta dall’Accompagnatore Escursionistico FIE (Federazione Italiana Escursionismo) dell’A.S.D. SudTrek Saverio Gerardis, che si avvarrà della collaborazione degli AE FIE dell’A.S.D. SudTrek e degli altri AE FIE presenti.

Si consiglia un abbigliamento “a strati” idoneo al trekking [indispensabili: scarponi (obbligatori) e pantaloni lunghi da trekking, T-shirt traspirante, k-way, occhiali da sole, copricapo, crema solare, burro di cacao per le labbra, torcia frontale, costume e scarpe da scoglio]; pranzo al sacco e almeno 2 litri d’acqua.

Il raduno è previsto per sabato 4 giugno 2022 alle 9:00 di fronte alla fontana monumentale in Piazza Mangeruca a Gambarie, frazione di Santo Stefano in Aspromonte (RC).

Cliccando sul seguente link si visualizzerà il luogo del raduno su Google Maps: https://goo.gl/maps/nRn8qetGGcZVTz1U6.

 

Sabato 04.06.2022 ore 09:00

LE CASCATE MAESANO (E)

L’escursione “Le Cascate Maesano” nell’ambito del Meeting FIE Calabria 2022, di livello E, di circa 6 Km con dislivelli +478 m e -478 m, della durata preventivabile col metodo CAI di circa 2 ore e mezza, sarà condotta dall’Accompagnatore Escursionistico FIE (Federazione Italiana Escursionismo) dell’A.S.D. SudTrek Saverio Gerardis, che si avvarrà della collaborazione degli AE FIE dell’A.S.D. SudTrek e degli altri AE FIE presenti.

Si consiglia un abbigliamento “a strati” idoneo al trekking [indispensabili: scarponi (obbligatori) e pantaloni lunghi da trekking, T-shirt traspirante, k-way, occhiali da sole, copricapo, crema solare, burro di cacao per le labbra, torcia frontale, costume e scarpe da scoglio]; pranzo al sacco e almeno 2 litri d’acqua (possibilità di approvvigionamento d’acqua lungo il percorso presso una fonte sorgiva).

Il raduno è previsto per sabato 4 giugno 2022 alle 9:00 di fronte alla fontana monumentale in Piazza Mangeruca a Gambarie, frazione di Santo Stefano in Aspromonte (RC).

Cliccando sul seguente link si visualizzerà il luogo del raduno su Google Maps: https://goo.gl/maps/nRn8qetGGcZVTz1U6.

 

Domenica 05.06.2022 ore 09:00

DALLA VALLE SCURA A PIAZZA NINO MARTINO (E)

L’escursione “Dalla Valle Scura a Piazza Nino Martino” nell’ambito del Meeting FIE Calabria 2022, di livello E, di circa 14 Km con dislivelli +650 m e -655 m, della durata preventivabile col metodo CAI di circa 4 ore e mezza, sarà condotta dall’Accompagnatore Escursionistico FIE (Federazione Italiana Escursionismo) dell’A.S.D. SudTrek Saverio Gerardis, che si avvarrà della collaborazione degli AE FIE dell’A.S.D. SudTrek e degli altri AE FIE presenti.

Si consiglia un abbigliamento “a strati” idoneo al trekking [indispensabili: scarponi (obbligatori) e pantaloni lunghi da trekking, T-shirt traspirante, k-way, occhiali da sole, copricapo, crema solare, burro di cacao per le labbra e torcia frontale]; pranzo al sacco e almeno 1 litro e mezzo d’acqua (possibilità di approvvigionamento d’acqua a metà percorso presso la fonte sorgiva di Acqua della Face).

Il raduno è previsto per domenica 5 giugno 2022 alle 9:00 di fronte all’Hotel Miramonti a Gambarie, frazione di Santo Stefano in Aspromonte (RC).

Cliccando sul seguente link si visualizzerà il luogo del raduno su Google Maps: https://goo.gl/maps/Ciu5KQhPySsWpCXa6.

 

NOTE COMUNI PER TUTTE LE ESCURSIONI DEL MEETING FIE CALABRIA 2022

Lungo le escursioni si potrà ammirare una ricca gamma di flora e se si è fortunati anche di fauna. I percorsi sono costellati di fiori, erbe e alberi, quelli che saltano all’occhio di un camminatore comune non dotato di particolari conoscenze tecniche sono la lavanda, le orchidee italiane, le orchidee macchiate, le felci, le ginestre, i ginepri, i sorbi degli uccellatori, i pini larici, gli abeti bianchi e soprattutto i faggi. Gli animali che si potrebbero incontrare sono innanzitutto la bellissima salamandra pezzata o aspromontana, dai colori intensi, giallo/nero, o nero/arancio, le lucertole, i ramarri, le vipere, i rospi comuni, gli ululoni dal ventre giallo, le rane, gli scoiattoli, i ghiri, i tassi, le lepri, i daini, i caprioli, le volpi, i cinghiali, i gatti selvatici, i lupi, i gufi reali, i gufi comuni, le civette, i pipistrelli, i merli, i nibbi, gli adorni, i falchi pellegrini, le aquile reali, tantissime varietà di insetti, dai più fastidiosi come mosche, tafani e zanzare, ai più belli come le lucciole e le farfalle, passando per api e calabroni, senza dimenticare l’emblema per eccellenza di questa zona aspromontana le “mucche sacre” che vagano nei boschi e che si incontrano spesso.

Il consiglio per poter incontrare o osservare più a lungo uno qualsiasi di questi animali è quello di cercare di attraversare l’ambiente senza fare troppa caciara, in modo da non disturbare i suoi abitanti e cercare, così, di coglierli di sorpresa.

Per godere appieno della bellezza dei luoghi dedicando ampio spazio ad attività ludico-ricreative come la fotografia, non è previsto un orario preciso per il termine delle escursioni, ma sicuramente finirà in tempo utile per poter partecipare ai convegni pomeridiani. Le escursioni saranno annullate in caso di condizioni meteo particolarmente avverse. L’accompagnatore escursionistico, a sua discrezione, potrà decidere di variare il percorso o di annullare le escursioni, anche in corso, se dovesse risultare compromessa la sicurezza del gruppo o di singoli partecipanti o per qualsiasi altro motivo ritenuto valido dallo stesso. Le escursioni sono riservate esclusivamente ai tesserati dell’A.S.D. SudTrek e ai tesserati di tutte le Associazioni affiliate alla FIE, regolarmente iscritti al Meeting FIE Calabria 2022.

NB: Le escursioni saranno a numero chiuso nel rispetto delle norme anti Covid-19. I partecipanti sono pregati di mantenere la distanza di sicurezza gli uni dagli altri, di munirsi di guanti e mascherina da utilizzare nei momenti di riposo e di compilare e consegnare all’inizio dell’escursione il seguente modulo di autodichiarazione e di manleva Covid-19.

Joomla templates by a4joomla